From San Francisco to Los Angeles

ilaria bianchi

19.11.2013 – 20.11.2013  Welcome to San Francisco!

L’intenzione era quella di trascorrere due giorni interi a San Francisco, poiché durante il nostro viaggio in USA del 2011 (che presto vi racconterò) ne eravamo rimasti affascinati. Purtroppo il tempo non è stato dalla nostra parte e per questo abbiamo deciso di anticipare la partenza. Dopo una passeggiata per le particolari strade di San Francisco (pensate alle gobbe di un cammello!) e un passaggio sui cable-cars, ci siamo diretti subito da Mama’s a Washington Square, uno di quei locali da segnare “sul taccuino” per la prelibatezza dei piatti, dove per entrare occorre sempre una mezz’ora di fila 😉

The intention was to spend two full days in San Francisco, because during our trip to the USA in 2011 (soon I’ll tell you) we were fascinated. Unfortunately the weather was not favorable and that’s why we decided to anticipate the departure. After a walk through the streets of San Francisco (think of the humps of a camel!) and a passage on the cable-cars, we headed straight to Mama’s on Washington Square, one of those locations to mark on “the notebook” for the delicacy of the dishes, where to get always a half-hour in a row 😉

ilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchi

Finito il nostro brunch, partiamo subito in direzione della Silicon Valley, quindi verso Palo Alto, sede di quartieri generali di molte compagnie tecnologiche. La prima tappa è stata la casa dove visse il grande Steve Jobs dagli anni ’90 (2101 Waverley Street), il garage dove tutto cominciò  nel 1976 sulla Crist Drive e  la Stanford University, dove proclamò il suo grande discorso agli studenti “Stay hungry – Stay foolish”. Molto suggestiva è stata anche la visita nella dimora di Facebook a Menlo Park, un enorme complesso di palazzi dov’è letteralmente impossibile entrare ma è sufficiente restare fuori per vedere le zone ricreative all’interno e tutti i ragazzi che entravano e uscivano col proprio badge. Parliamo di una vera e propria comunità! Emozionante anche la visita presso la sede di Apple, all’1 di Infinite Loop a Cupertino, chiamata anche “Apple City”. Bellissimo il negozio a piano terra dove si possono comprare le magliette col logo Apple, l’unico posto al mondo a vendere merchandising targato Apple. Anche qui le entrate sono serrate, ma è davvero interessante scrutare le espressioni delle persone che vi escono…è evidente di quanto si sentano parte di un progetto e siano fieri del loro lavoro!

Finished our brunch, we immediately go in the direction of Silicon Valley, then to Palo Alto, home of headquarters of many technology companies. The first stop was the House where lived the great Steve Jobs since the ‘ 90 (2101 Waverley Street), the garage where all commenced in 1976 on Crist Drive and Stanford University, where he proclaimed his great speech to students “Stay hungry – Stay foolish”. Very impressive was the visit at Facebook in Menlo Park, a huge complex of buildings where it’s literally impossible to get in but just stay out to see entertainment areas inside and all the guys who entered and came out with their own badge. Let’s talk about a real community! Exciting visit at Apple‘s headquarters at 1 Infinite Loop in Cupertino, also called “Apple City”. Beautiful ground floor shop where you can buy t-shirts with the Apple logo, the only place in the world to sell merchandising Apple. Even here revenues tightened but it is really interesting to see the expressions of people who come out…it’s obvious how they feel part of a project and are proud of their work!

ilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchi

Come previsto arriviamo a Monterey che è già buio, ma notiamo subito quanto sia caratteristica con il suo Navy Pier tutto illuminato e con la musica ad ogni angolo della strada. Il tratto di costa che collega San Francisco a Los Angeles inizia proprio da Monterey con il famosissimo “17 mile drive“, ampiamente riconosciuto come uno dei tratti più belli del mondo, da Pacific Grove a Pebble Beach, con luoghi leggendari perfetti per una giornata di esplorazione. Veri tesori della natura sono “The Lone Cypress”, “Spanish Bay” e “Stillwater Cove”, nonché i rinomati “Pebble Beach” e  “Golf Links”. Durante il percorso ci siamo fermati poi a Carmel-by-the-sea, nel Big-Sur ricco di paesaggi inviolati, una strada sospesa tra oceano, foreste e montagne, un susseguirsi di panorami immensi, spiagge selvagge, tornanti mozzafiato e parchi nazionali che custodiscono un patrimonio sorprendente, 130 miglia in cui non si incontra nemmeno un centro abitato. Una tappa molto bella è stata anche Morro Bay dove abbiamo incontrato una spiaggia piena di leoni marini sdraiati uno sull’altro a dormicchiare e grattarsi; è stato un momento indescrivibile! Una giornata ricca di emozioni che non dimenticheremo mai! E ora Los Angeles ci attende, vi aspetto naturalmente domani! 😉

We arrive in Monterey that is already dark, but we notice immediately it’s characteristic Navy Pier all illuminated with music to every corner of the street. The stretch of coast that connects San Francisco to Los Angeles starts right from Monterey with the famous “17 mile drive“, widely recognized as one of the most beautiful in the world, from Pacific Grove at Pebble Beach, with legendary places perfect for a day of exploration. Real treasures of nature are “The Lone Cypress”, “Spanish Bay” and “Stillwater Cove”, as well as the renowned “Pebble Beach” and “Golf Links”. Along the way we stopped at Carmel-by-the-sea, and at Big Sur, rich in untouched landscapes, suspended between ocean, mountains and forests, a succession of huge landscapes, wild beaches, breathtaking hairpin bends and national parks that keep an amazing heritage, 130 miles where there is not even a town. A very beautiful stage was even Morro Bay where we met a beach full of sea lions lounging on top of one another to drowsy and scratching; It was an indescribable moment! A day full of emotions that we will never forget! And now Los Angeles awaits us, we naturally look tomorrow! 😉

ilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchifoto-ilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchiilaria bianchi

2 thoughts on “From San Francisco to Los Angeles

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...